sabato 3 marzo 2012

Pensa e arricchisci te stesso: la seconda lezione

Nel precedente post ho (leggi) cominciato a delineare le tesi di Napoleon Hill, forse il più grande scrittore "motivazionale" di ogni tempo.


Abbiamo detto che il fulcro del pensiero di Hill si basa sull'avere un pensiero, nel casi particolari trattati dallo scrittore si tratta di pensieri di ricchezza.

Hill sostiene che tutto quello che si pensa può essere creato. 


Napoleon


Non si tratta, però di avere un desiderio astratto di arricchirsi, ma di qualcosa di molto più concreto e pratico.


Bisogna, cioè stabilire l'ammontare della ricchezza cui si vuole arrivare e stabilire anche la data entro la quale riuscire nel risultato.


Nello specifico i passi per raggiungere la ricchezza sono i seguenti:



  • Determinare con estrema precisione la somma di denaro che si vuole avere.
  • Indicare la data entro la quale raggiungere il risultato che ci siamo prefissi
  • Stabilire cosa intendete fare per ottenere il denaro.
  • Fate un progetto dettagliato
  • Pensate a una frase che abbia una qualche rima o assonanza da ripetere spesso nella vostra mente, nella quale siano presenti la quantità di denaro che vorreste possedere e la data prevista per l'evento (ad esempio il 10  ottobre centomila euro io avrò )
  • Ogni mattina, appena alzati e ogni sera prima di andare a dormire leggete la frase a voce alta. Importante è non una lettura distratta, ma concentrata con la fede e la determinazione che tutto sta concorrendo per realizzare l'obiettivo preventivato.
soldi

Siamo ancora a un livello di dettaglio approssimato, nelle prossime lezioni cercherò di illustrare meglio il pensiero di Napoleon Hill che in circa vent'anni di contatti con le persone più ricche d'America elaborò questa teoria che ha influenzato tutti gli scrittori successivi da Og Mandino a Anthony Robbins.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...