mercoledì 12 novembre 2014

Cambiare abitudini senza cambiare il cervello

EinsteinOgni uomo che legge troppo e usa il suo cervello troppo poco cade in pigre abitudini di pensiero.
Albert Einstein




Richard Bandler insieme a John Grinder è stato il padre fondatore della PNL, la Programmazione Neuro Linguistica.
Sebbene non sia riconosciuta dal mondo accademico e scientifico la PNL ha avuto e ancora attualmente ha un grande successo.
La fama della PNL sta tutto in ciò che promette e cioè miglioramento personale, cambiamenti rapidi e duraturi, apprendimento veloce.
Una panacea, quindi quella descritta da Bandler e Grinder.


Vediamo come funziona la PNL.


Secondo le teorie di Bandler, il cervello umano impara in fretta e per ripetizioni.


Il software del cervello

cervello-pnl

Al presentarsi di una determinata situazione, il cervello innesca uno schema comportamentale che memorizza in una precisa area, per cui quando quella stessa situazione si ripresenta viene richiamato il programma memorizzato e lo stesso viene eseguito.
In pratica il cervello si auto programma.
Questo meccanismo è utile nella maggior pare delle vicende della vita, basti pensare alla guida, dove in maniera automatica, conduciamo l'auto, parliamo col nostro vicino o al  telefono. Il cervello ha schematizzato alcune situazioni standard e le esegue senza che ci sia un apparente comando.

L'attivazione di un certo tipo di programma all'interno del nostro cervello può, in alcuni casi, rivelarsi deleterio.

Può succedere, infatti che la reazione a un determinato ripetersi di una situazione ci porti stress, ansia, preoccupazione o paure.
 E' proprio l'esempio delle fobie quello più calzante. Il cervello, infatti ha imparato, magari in una sola volta ad innescare un comportamento di paura o angoscia al presentarsi di una situazione che possa essere la comparsa di un cane o il prendere l'ascensore.

tempo-pnl

Il cervello, quindi ha imparato e memorizzato una schema comportamentale che si attiva automaticamente al presentarsi della situazione.
La PNL si propone proprio questo, capire come si è creato lo schema nel nostro cervello e cambiarlo in modo che la risposta dello stesso sia diversa al presentarsi della stessa situazione o evento.


Una vera e propria riprogrammazione!


Nel corso degli anni sono stati molti gli studiosi che hanno approfondito le tecniche di Bandler e Grinder e tanti di loro  hanno criticato aspramente metodi e conclusioni della PNL.

Numerosi, però sono ancora coloro che applicano, con ottimi risultati, i dettami di Bandler e Grinder.
C'è da capire che gli stessi fondatori della PNL  non hanno mai preteso di trovare complicate spiegazioni scientifiche ai loro metodi, hanno sempre e solo ammesso che gli stessi funzionavano e questo a loro bastava.

da vinciLe lacrime vengono dal cuore e non dal cervello
Leonardo da Vinci


Questo un necessario preambolo prima di vedere nello specifico cosa dice la PNL e toccare con mano gli esperimenti e gli esercizi da compiere per apprenderne la tecnica.
A presto!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...